Copertina settembre

1 Ott

30 settembre

Imprese, un manifesto per la crescita "Risposte o lasciamo tavoli con governo"

Imprese, un manifesto per la crescita
“Risposte o lasciamo tavoli con governo”

I cinque punti nel documento integrale (Pdf)

Allarme della leader di Confindustria Marcegaglia. Il documento condiviso da viale dell’Astronomia, Abi, Rete imprese, coooperative ed Ania contiene le proposte al governo per rilanciare l’economia, inclusi gli interventi sulle infrastrutture, le privatizzazioni e le liberalizzazioni: “Tempo scaduto, urgenza grave”. Sacconi boccia le richieste. Bonanni: “Anche per noi non c’è più tempo”

Ucciso in strada con una spada

A Torino il delitto della mano mozzata

29 settembre

“Berlusconi. mi chiese di aiutare Tarantini”
Lavitola in tv: “Resterò latitante”

28 settembre

Ibra di rigore, Cassano fa 2000
Festa Milan, che bella Viktoria!

I rossoneri soffrono nel primo tempo, nel secondo lo svedese si conquista e realizza un rigore. Poi serve al compagno di reparto l’assist per il 2-0, che lancia il Milan in testa alla classifica del gruppo H insieme al Barça


Ibrahimovic esulta dopo il gol dell1-0. Afp

Il nuovo programma “Bersaglio Mobile” debutta stasera. Ospite (telefonico) Valter Lavitola sotto il fuoco incrociato di Mentana, Travaglio & C. Diretta web Tv

[AdnKronos: “Procura di Roma verso trasmissione atti Tarantini a Bari”]

Respinta la sfiducia a Romano
Di Pietro: “Attenti, arriva la violenza”

La Camera salva il ministro dell’Agricoltura dal rinvio a giudizio per concorso in associazione mafiosa. Bagarre in aula, dove Romano rispolvera il teorema berlusconiano: “L’ordine giudiziario ha soverchiato il Parlamento”. L’Idv attacca la Lega e il Viminale: “Maroni ogni giorno scioglie i consigli comunali per mafia”. Berlusconi: “Io, un perseguitato, spiego tutto in tv”. Forse già stasera su Canale 5

È LATITANTE, FORSE SI TROVA A PANAMA

Lavitola ricercato in mezzo mondo
Lo scova solo Enrico Mentana

Oggi alla Camera il voto di sfiducia a Romano. La parabola del ministro imputato 

27  settembre

Zarate esulta dopo il gol del definitivo 3-2. ReutersZarate esulta dopo il gol del definitivo 3-2. Reuters

“Pagare una donna per il sesso è degradante” VIDEO

ore 0,44

Caso Tarantini, premier forse indagato per Riesame la competenza è di Bari

Caso Tarantini, premier forse indagato
per Riesame la competenza è di Bari

Decisa la scarcerazione dell’imprenditore

Il tribunale del riesame di Napoli ha ribaltato la decisione del Gip, assegnando la competenza non a Roma bensì alla procura del capoluogo pugliese. Per i giudici, sussiste ” l’ipotesi di istigazione a mentire davanti all’autorità giudiziaria”, che potrebbe portare all’iscrizione nel registro degli indagati del presidente del consiglio. Tornano liberi Tarantini e la moglie

26 settembre

Manovra finanziaria,

l’analisi di Marco Travaglio

“Che tempo che fa”, domenica 15 settembre 2011

Viaggi di Stato con Berlusconi, il latitante Lavitola da Panama: “Sono pronto a spiegare”

Un mese prima del viaggio con il premier, l’ex direttore dell’Avanti aveva partecipato a una missione con il ministro degli Esteri Franco Frattini. La Farnesina smentisce, nonostante i video e le foto

Panama: due visite di Stato di Valter Lavitola in un mese, entrambe documentate dal Fatto Quotidiano. L’ex giornalista fa sapere che vorrebbe smentire: “Spiegherò domani”, dice. Perché ora proprio non può: “Su disposizione del mio avvocato non parlo”. La precisazione arriva da Panama, dove l’ex direttore dell’Avanti è latitante. Ma non c’è molto da spiegare. Lavitola a maggio 2010 era con il ministro degli Esteri, Franco Frattini. A giugno, invece, con il primo ministro Silvio Berlusconi e il sottosegretario Paolo Bonaiuti (leggi l’articolo). Chissà, forse a Palazzo Chigi qualcuno sperava che quei viaggi sull’aereo presidenziale fossero dimenticati. E invece il governo panamense, magari immaginando di mostrare così la sua devozione agli amici italiani, ha reso disponibili in Internet decine di filmati dedicati alle due missioni. E poi fotografie, notizie, di tutto. Emerge un quadro sorprendente: Lavitola non era un imbucato sull’aereo di Stato (guarda il video). No, era la vera eminenza grigia delle due missioni. Le prime, come sottolinea lo stesso Frattini, in 106 anni di storia della Repubblica di Panama di Ferruccio Sansa

Bavaglio al web col ddl intercettazioni ritorna la norma “ammazza blog”

Il governo ripresenterà lo stesso disegno di legge, inclusa la disposizione che obbliga i gestori di un sito a modificare i contenuti pubblicati se oggetto di richieste di rettifica. Nessuna possibilità di replica e multe salate. In Rete riparte la mobilitazione. Di Pietro sul web: “Non staremo con le mani in mano”

Bavaglio al web col ddl intercettazioni ritorna la norma "ammazza blog"

Il premier Silvio Berlusconi
ROMA – Il governo torna alla carica sul ddl intercettazioni, fortemente voluto dal premier Silvio Berlusconi. Una questione su cui l’esecutivo è orientato a porre la fiducia, bloccando la via a ogni eventuale emendamento. Ma il disegno di legge attualmente allo studio contiene ancora la norma 1 cosiddetta “ammazza blog”, una disposizione per cui, letteralmente, ogni gestore di “sito informatico” ha l’obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Non c’è possibilità di replica, chi non rettifica paga fino a 12mila euro di multa.Una misura che metterebbe in ginocchio la libertà di espressione sulla Rete, e anche le finanze di chi rifiutasse di rettificare, senza possibilità di opposizione, ciò ha ritenuto di pubblicare. Senza contare l’accostamento di blog individuali a testate registrate, in un calderone di differenze sostanziali tra contenuti personali, opinioni ed editoria vera e propria.Ai fini della pubblicazione della rettifica, non importa se il ricorso…(segue)

24 settembre

Inter bene, Milan vince. Frenata napoletana

Germania, spari vicino alla messa del Papa
“Ferita una guardia del corpo, un arresto”

Audio dall’inviato “Potrebbe essere un folle sudtirolese”

Germania, spari vicino alla messa del Papa "Ferita una guardia del corpo, un arresto"

Colpi d’arma da fuoco a Erfurt, la città della Turingia dove Benedetto XVI era arrivato per la seconda tappa della sua visita pastorale . L’episodio vicino al duomo, a 400 metri dal Pontefice. Un’addetta della sicurezza è stata lievemente ferita, il responsabile sarebbe stato arrestato dall’inviato MARCO ANSALDO

VIDEO I PRECEDENTI Sventato attentato a Berlino – Donna a San Pietro –  Donna si lancia sul Papa

Napolitano: “Ciascuno faccia la propria parte” Marcegaglia: ”Un manifesto per salvare l’Italia”

Parti d’Italia che si muovono. Il Presidente chiama e persino gli industriali rispondono. 
E’chiaro il messaggio di Emma Marcegaglia: “Con tutti quelli che vogliono il cambiamento”. Per superare secessioni e stalli. Per rimuovere il cancro che sta devastando il Paese, che finalmente il progetto P2 sia archiviato dalla storia ed espulso dalla cronaca. Fermare lo scempio che travolge tutti. Un grazie a Susanna Camusso che ha costretto Uil e Cisl ad un ripensamento sul Governo. Un grazie a Beppe Pisanu, coraggioso democristiano. Un grazie al popolo dei referendum, onda e orda di rinnovamento. Il sociale libererà giovani, lavoratori e pensionati da: il cialtroneil ciarlatano e tutti gli uomini del Presidente, questi ultimi chiaramente sotto effetto di lidocaina. “Licenziamo il licenzioso”, questo potrebbe essere il… (segue)

23 settembre

Facebook è alla terza generazione, si rinnova con Timeline

22 settembre

VIDEO SESSO, BUGIE E… 

Scalata Bnl-Unipol  "Si processi Berlusconi"

Scalata Bnl-Unipol 

“Si processi Berlusconi”

“Rivelazione di segreto d’ufficio”, in relazione all’intercettazione Fassino-Consorte che fu poi passata al Giornale dal fratello. La richiesta dei pm

 La Camera salva Milanese  Il governo regge per sette voti

La Camera salva Milanese
Il governo regge per sette voti

Il premier  “colpito” dai vignettisti stranieri 

DIRETTA Montecitorio boccia la richiesta d’arresto per il deputato Pdl convoto segreto. 312 voti contro 305. Anche la Lega dice no. Il Senatur: “Non voglio cada il governo”. Poi smentisce “patti” fino al nuovo anno (video). Di Pietro shock: “Via Silvio o ci scappa il morto” (video) di F. BEI e U.  ROSSO

VIDEO SESSO, BUGIE E… LE FALSE VERITA’ DEL CAVALIERE
Cavaliere risponda” / VIDEO L’Espresso La casta delle papi girls
Monetine, ma anche no di MARCO BRACCONI AUDIO

Il giorno di Milanese   diretta tv     Bossi: "Silvio fino a gennaio"

Il giorno di Milanese,  diretta tv di Republica 

Così il debito affossa l’Italia di W.GALBIATI BORSE – SPREAD

21 settembre

Declassate sette  banche italiane    La Fed:  rischi al ribasso per l'economia

Declassate sette banche italiane
La Fed: rischi al ribasso per l’economia

Vertice Napolitano-Berlusconi sulla crisi
Il premier ai suoi: “Non mi dimetterò mai”

S& P punisce ancora l’Italia. Il Fmi: 300 miliardi di crediti a rischio per gli istituti europei.  Atene taglia pensioni e stipendi.  Un’ora di incontro fra il capo dello Stato e il premier su nuove misure economiche. Tesoro, allo studio una manovra aggiuntiva fra i 5 e i 10 miliardi. Tagliate stime del Pil. Le Borse chiudono in netto calo, lo spread intorno a quota 400 di ETTORE LIVINI, LUCA PAGNI e GIULIANO BALESTRERI

Così il debito affossa l’Italia di W.GALBIATI BORSE – SPREAD

“Il Governo se ne vada, prima che ci scappi il morto” 

Così il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, in un nuovo videomessaggio pubblicato sul suo blog. “Un governo chiuso nel suo bunker che non ha più niente da dire e da dare”

LA SVOLTA

Addio Gasperini, all'Inter arriva Ranieri

Addio Gasperini Inter su Ranieri

Moratti ufficializza l’esonero dopo il disastro di Novara 

 “Berlusconi è il problema dell’Italia”

Corriere e Sole chiedono le dimissioni

Gli editoriali di Romano e Napoletano non usano giri di parole: “Promesse vane e comportamenti indecorosi, deve uscire di scena”. Intanto è sempre più evidente la sfiducia dei mercati: spread a 395

Ieri è stata Emma Marcegaglia a dettare l’ultimatum: “Riforme entro sette giorni o governo a casa, siamo lo zimbello del mondo” (leggi l’articolo). Meno di 24 ore dopo Il Sole 24 Ore, quotidiano di Confindustria, usa gli stessi toni in un editoriale pubblicato in prima pagina: “Il presidente del Consiglio dimostri di amare davvero l’Italia e di avere, di conseguenza, la forza e la volontà di farsi da parte. Ancora più duro il Corriere della Sera. Sergio Romano scrive: “Berlusconi è stato per molti italiani una speranza. Oggi quella speranza si è dissolta sotto il peso di una micidiale combinazione di promesse non mantenute, incidenti di percorso, scandali, comportamenti indecorosi e sorprendenti imrpudenze

DOMANI ALLA CAMERA IL CASO MILANESE, IL 28 SETTEMBRE L’AULA VOTA SULLA SFIDUCIA A ROMANO

Secessione, la Lega contro Napolitano
e l’opposizione insorge: “Ora basta”

 Secessione, la Lega contro Napolitano e l'opposizione insorge: "Ora basta"

Italia declassata, Berlusconi sotto accusa. Alla Camera, l’esecutivo perde cinque volte. Il Quirinale avvia “pre-consultazioni”: stop a ipotesi secessioniste (video). Reguzzoni: “Il popolo sopra il Quirinale” (video) / Commenta

E la stampa moderata scarica il premier La crisi italiana sui siti esteri
TORMENTONE TWITTER: “Tutta colpa della stampa”
La linea di affondamento di M. GIANNINI  Tito: “Maggioranza nel caos”
Le tappe del downgrade Stampa tedesca scatenata di A. TARQUINI Foto

Crozza fa girare la patonza a Ballarò

Patonza song

20 settembre

Al Piola i nerazzurri crollano 3-1.

Dalle intercettazioni di Bari salta fuori un altro Gianpi, si chiama Gianpaolo Traversi e Berlusconi parla di lui come di un personaggio solito presentargli belle ragazze. Traversi, 36 anni, è stato citato dalla difesa del Cavaliere nel processo Ruby in cui il premier è imputato di prostituzione minorile e concussione. Ma nel 2002 è stato al centro di uno scandalo che ha tenuto banco sui giornali per settimane. Una modella 15enne, invitata a un festino a base di cocaina, e poi finita a letto con tre persone. Traversi condannato in primo grado è stato poi assolto in Cassazione. Al di là dell’esito processuale resta la domanda: ma che razza di persone frequenta il presidente del Consiglio?

di Ferruccio Sansa

LA MAGGIORANZA ACCELERA SUL PROCESSO LUNGO

“Il governo vada a casa”

 “Siamo lo zimbello del mondo. Riforme serie entro 7 giorni o dimissioni”.

Casini: “Il premier è inaiutabile”

Il rating italiano viene tagliato e Silvio Berlusconi ha subito la soluzione in tasca: “E’ tutta colpa della stampa italiana”. Inizia così la mattinata che segue la decisione dell’agenzia americana di declassare il nostro Paese. La società replica: “Le nostre valutazioni sono apolitiche”. Secondo S&P “la situazione politica e la fragilità della coalizione di governo in Italia limita la capacità di risposta dello Stato nell’affrontare la crisi. E ancora ”le differenze politiche all’interno del Parlamento continueranno, probabilmente, a limitare la capacità di rispondere con decisione a un contesto macro-economico difficile” (articolo di Matteo Cavallito)E anche Confindustria perde la pazienza. Emma Marcegaglia chiede riforme strutturali entro questa settimana, “o il governo se ne vada”. Poi dice: “Noi imprenditori siamo stanchi di essere accolti all’estero con un sorrisino” (leggi l’articolo)

LO SCANDALO: Il Cavaliere risponda

1) Perché ha tanta intimità con delinquenti e trafficanti?

2) Perché si nasconde dietro schede telefoniche peruviane, come qualsiasi malfattore?

3) Perché ripara i suoi atti di beneficenza, se sono tali, dietro accordi segreti e misteriosi?

4) Perché invita Lavitola a non tornare in Italia?

5) Perché quel linguaggio da malavita per mascherare i pagamenti fatti dalla sua segretaria?

6) Perché usa lo Stato per tacitare i ricattatori, presentando Bertolaso a Tarantini e intervenendo sulla Finanza su ordine di Lavitola?

7) Perché usa la Rai e i suoi dirigenti per ottenere favori da giovani donne in cambio di promesse di carriera nello spettacolo?

8) Perché paga chi minaccia di metterla “con le spalle al muro” invece di denunciarlo?

9) Perché ha paura di essere interrogato dai magistrati di Napoli?

10) Perché col Paese in crisi passa più tempo a parlare con Lavitola e Ghedini che con Trichet e Barroso?

Stefania Bivone è Miss Italia/VIDE

Miss Italia, la finale di Montecatini

Italia declassata. Borse in calo, vola lo spread
Berlusconi: “Colpa dei media, realtà è diversa”

 Italia declassata . Borse in calo,  vola  lo spread    Berlusconi: " Colpa dei media , realtà è diversa"

DIRETTA. S&P taglia il rating del debito italiano: prospettive di crescita indebolite, fragile la maggioranza di governo. Il premier: “Decisione viziata da considerazioni politiche”. Piazza Affari apre a -1,3%, il differenziale tra titoli italiani e tedeschi torna vicino a 400 punti. Merkel (video): “Se crolla l’euro, crolla  l’Europa”. Obama: “Più tasse per i ricchi”  di G. BALESTRERI  e M. MASCIAGA / BORSE – SPREAD

Declassamento italiano, le tappe Finmeccanica, il peggiore di L.PAGNI

Marco Ruffolo: “Perché i mercati vanno giù” Protesta a Wall Street

AUDIO La sfida di Obama per tutelare il Welfare di FEDERICO RAMPINI

19 settembre

Repubblica e Bloomberg
il nuovo sito di economia

 Repubblica e Bloomberg il nuovo sito di economia

Il primo accordo del gruppo Usa con un giornale europeo. Copertura in tempo reale, 24 ore su 24. In vetrina le perdite Ubs, Bankitalia, il Manchester United… Una sezione tutta da esplorare. Con blog, rubriche e consigli
di G.BALESTRERI, S.BENNEWITZ, V.PULEDDA, M.MASCIAGA, M RUFFOLO

PAGINA DI FINANZA

18 settembre

San Paolo incantato per la tripletta dell’uruguaiano che rimonta i rossoneri in vantaggio con Aquilani. Ed ora Napoli sogna.

Dall’indagine Metallica emergono i rapporti del ministro con Sergio Conti condannato per usura con l’aggravante del metodo mafioso. La notizia è nel libro Le mani sulla città. Fotografia dei clan al nord
LA VIDEO-INCHIESTA SUI PADRINI CALABRESI SOTTO LA MADONNINA (VIDEO 1 – VIDEO 2)

Milano è la città in cui “la mafia non esiste”. Lo affermava negli anni Ottanta il sindaco Paolo Pillitteri, lo ha ripetuto fino a ieri Letizia Moratti. Milano, già “capitale morale” del paese, è la città diventata oggi la nuova capitale della ’ndrangheta. Lo sostengono i magistrati che conducono le loro indagini tra Calabria e Lombardia. Milano è la città dove centinaia di persone sono state negli ultimissimi anni indagate, incriminate, arrestate per la loro partecipazione alle attività dei gruppi di criminalità organizzata. Molte di queste sono calabresi, ma alcune (soprattutto imprenditori) hanno cognomi e accento del tutto lombardi. Segno che, se «la mala pianta» è cresciuta così rigogliosa al Nord, è anche perché ha trovato un terreno particolarmente fertile. Il libro Mani sulla città sarà presentato martedi alle 18 alla Feltrinelli di piazza Duomo a Milano. Oltre ai due autori ci saranno Dario Fo, Peter Gomez e il procuratore aggiunto Armando Spataro di Gianni Barbacetto e Davide Milosa

SUL BLOG DI GRILLO L’INTERVISTA DEI DUE AUTORI
GOMORRA A MILANO 

Backstage Calendario Pirelli 2012: Kate Moss, Milla Jovovich e l’italiana Margareth Madè

Margareth Madè: “Io sono bella”

17 settembre

“Dobbiamo trovare un troione” . Berlusconi: “Se tu hai una ragazza da portare, due ragazze, tre ragazze da portare…”, Tarantini: “Sì…sì, sì, sì….”

 L’opposizione attacca:

ora B. si dimetta

Il rapporto della Guardia di Finanza sulle escort che Tarantini forniva al Cavaliere, sperando di ottenere appalti

Una ragazza a Gianpi: “Chi paga?”.

I democratici: “Berlusconi deve lasciare”
Calderoli dice: “Cosa penso delle intercettazioni del presidente del Consiglio? Lo invidio da matti”

Un presidente del Consiglio vittima delle proprie debolezze, di cui cercano di approfittare in tanti, primo fra tutti l’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini. Che afferra al volo l’opportunità che gli si presenta: per ingraziarsi Silvio Berlusconi bisogna procurargli ragazze a pagamento, giovani, bellissime, vestite in modo giusto. Disposte a concedersi, anche in gruppo, a un uomo di oltre settant’anni (leggi l’articolo)Un modo sicuro per entrare nel giro che conta e ottenere dei vantaggi in termini di contatti e affari (leggi l’articolo)Come quelli che Tarantini cerca di fare grazie a Guido Bertolaso con la Protezione civile. O quello, poi saltato, da un miliardo di euro con Finmeccanica (leggi l’articolo). Ma per il premier va tutto bene. Assicura che arriverà fino alla fine del suo mandato e al Foglio scrive: “Mai fatto niente di cui vergognarmi” (leggi l’articolo)

Tg1, Tg2 E Tg5 CENSURANO LE INTERCETTAZIONI. PARLA SOLO B.
POLANCO VA A MILAN CHANNEL / GLI AFFARI CON FINMECCANICA E BERTOLASO
LA LEGA E I FEDELISSIMI SCARICANO B. / FINMECCANICA, SI DIMETTE ANCHE METRANGOLO
SCONTRO GHEDINI-PROCURA / TRA 10 GIORNI LA MAGGIORANZA VOTA IL BAVAGLIO
VIDEO/1 – SCANDALO INTERCETTAZIONI. B. VA ALLA FESTA
VIDEO/2 – ORGOGLIO ESCORT, TERRY DE NICOLO’: “SE SEI UN CESSO STATTENE A CASA” 
VIDEO/3 – L’INTERVISTA DELLA ARCURI CHE HA AVVILITO IL PREMIER 

16 settembre

Rai. Via Santoro e Dandini, compiuto il disegno di Berlusconi. I telespettatori ringraziano/VIDEO

“Con la cacciata della Dandini dalla Rai, le volontà espresse dal Presidente del Consiglio Berlusconi, svelate attraverso le intercettazioni di Trani, sembrano compiute”. A dirlo è Roberto Natale della Fnsi durante il sit in di protesta organizzato  ieri davanti agli studi Rai di Via Teulada, insieme ad Articolo 21 e a semplici cittadini. “Criminals minds cacciano Annozero” afferma Beppe Giulietti riferendosi ai…(segue)

Il 23 settembre l’ora X: sul web i nomi dei politici gay, ma omofobi

Aurelio Mancuso, presidente di “Equality Italia”, lancia il primo outing di massa “contro l’ipocrisia”. Si avvarrà di un gruppo di internauti anonimi. Il sito è già on line, tra pochi giorni i primi dieci onorevoli di una lista che arriva a oltre cento persone “pubbliche”. L’incognita legale…(segue)

15 settembre

Grande Emanuela, i pm: «L’Arcuri rifiutò di prostituirsi». Un bel NO a Berlusconi

“Sesso per ottenere appalti pubblici”
Il progetto di Gianpi con Berlusconi

I magistrati di Bari chiudono l’inchiesta escort. Otto indagati, c’è Sabina Began. Tarantini procurava ragazze a pagamento al presidente del Consiglio “per ottenere direttamente incarichi istituzionali”

Fassino-Consorte, il gip: B. a processo
La storia del Watergate italiano – Video

Il giudice di Milano ha respinto la richiesta di archiviazione per Berlusconi nell’ambito dell’inchiesta Unipol in merito all’intercettazione: “Abbiamo una banca”. E ne ha disposto il rinvio a giudizio
Tra gli indagati c’è anche Maurizio Belpietro. L’avvocato Ghedini: “E’ una decisione infondata”

Il 16 dicembre scorso i pm di Milano avevano avanzato una richiesta di archiviazione per il premier nell’ambito dell’inchiesta per la fuga di notizie legata all’indagine su Unipol e alla famosa intercettazione Fassino-Consorte in cui l’allora segretario dei ds chiedeva: “Allora abbiamo una banca?”. Oggi il gip Stefania Donadeo ha respinto quella richiesta disponendo il giudizio per il Cavaliere che così si troverà alla sbarra assieme al fratello Paolo imputato in quanto editore de Il Giornale, il quotidiano che pubblicò quella stessa intercettazione. La telefonata risale al 17 luglio 2005. E riguarda l’inchiesta Antonveneta/Unipol. C’è però un particolare decisivo: quella telefonata all’epoca non era stata depositata e nemmeno trascritta, ma esisteva solo come file audio in possesso della Guardia di Finanza e dell’azienda Research control system di Roberto Raffaelli che, dopo aver negato per settimane, ammise di aver trafugato quel nastro e averlo portato ad Arcore. L’incontro, organizzato dall’imprenditore Fabrizio Favata, avviene alla vigilia di Natale del 2005 (leggi l’articolo). Il 25 giugno 2010 Ilfattoquotidiano.it ha ricostruito il Watergate italiano rimontando i colloqui tra Favata e Peter Gomez avvenuti prima dell’arresto. E la registrazione di un incontro tra il socio occulto di Paolo Berlusconi e l’avvocato Piersilvio Cipollotti, assistente del legale del Premier Niccolò Ghedini (guarda la ricostruzione  video)

Manovra, via libera definitivo della Camera.

Torna ipotesi condono.

Cariche davanti a Montecitorio

Sì alla fiducia. Bombe carta davanti a Montecitorio (Ap)
Bombe carta davanti a Montecitorio (Ap)

Sì alla fiducia. La manovra taglia il traguardo finale (guarda le novità in pillole). Mentre davanti a Montecitorio sale la tensione con proteste e contestazioni: i manifestanti lanciano fumogeni e petardi contro la polizia costringendo le forze dell’ordine a intervenire per riportare la calma. Dentro, intanto, dopo il via libera alla fiducia arrivato nel primo pomeriggio con 316 voti favorevoli e 302 contrari, giunge in serata anche l’ok definitivo al provvedimento con 314 sì e 300 no. Nessun colpo di scena, quindi, per l’iter parlamentare del decreto di ferragosto. Che era cominciato stamane con le dichiarazioni di voto contrassegnate dalla contestazione al Carroccio e con il presidente della Camera,Gianfranco Fini, costretto a intervenire per riportare la calma. Ecco la cronaca della giornata…(segue)

14 settembre

13 settembre

L’editoriale di Crozza: “Condono morale”

Champions League. Il Milan salva capra e cavoli: 2 a 2 al Barcellona: al Camp Nou i catalani si fanno sorprendere dopo 24 secondi da Pato e da una grande partenza dei rossoneri, poi prendono in mano il gioco e rimontano con Pedro e una splendida punizione di Villa. Al 92′ il gol del pari del brasiliano

Il premier a Bruxelles incontra i vertici Ue evitando il colloquio con i magistrati di Napoli sull’estorsione ai suoi danni. “Va tutto bene, rassicuro l’Europa per colpa dell’opposizione” (leggi l’articolo). Proprio mentre parla, in conferenza stampa con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, i mercati non danno segnali di fiducia nei confronti della solvibilità del debito pubblico italiano. Lo spread Btp-bund schizza oltre i 400 punti. Questo significa che i Btp italiani dovranno pagare un tasso di interesse di 4 punti in più rispetto ai corrispettivi tedeschi (segui la cronaca ora per ora)

GLI ANALISTI: “PER L’ITALIA 35% DI POSSIBILITA’ DI DEFAULT ENTRO IL 2016”
L’ITALIA PUNTA SULLA CINA CHIEDENDO UN ACQUISTO “MASSICCIO” DI BTP
OBAMA: “LA GRECIA E’ UN CASO GRAVE. MA ORA TEMO PER SPAGNA E ITALIA”

12 settembre 2011

Berlusconi: “Abbiamo salvato i conti”. Porco QUA, Porco LA’, Porco SU, Porco GIU’ & Maremma buhaiola…. HANNO SBAGLIATO ANCORA I CONTI, si profila una 5a manovra……: LA UE ALL’ ITALIA: “Pronti a nuove misure”…. Commento back stage: “Ma che cazzo!” →

Borse in rosso, picco spread|Indici

La Ue all’Italia: pronti a nuove misure

Borse, Milano già in profondo rossoPicco spread sopra 380 punti|Indici

In forte ribasso
le piazze europee,
Milano cede oltre il 3%
Commenta la notizia

ECONOMIA Nuove paure di un default greco. Euro a quota 1,35 sul dollaro. Titoli di Stato sotto pressione: lo spread Btp-Bund sale oltre quota 380. Bot a un anno: rendimenti sopra il 4% Gli indici

Speciale scuola

Scuola: ha fatto l’Italia, può renderla multiculturale

Istruzione, orizzonti perduti

Calendario regionale Scuole 2010/2011

Comunicazione: quiete e tempesta, avviene ad ondate


ANALIZZATE IN UNDICI MESI 9 MILIONI DI TELEFONATECome si propagano opinioni, idee politiche e commerciali. 
O capire come si è sviluppata la «primavera araba»MILANO – Quiete e tempesta: quando comunichiamo, i due stati si alternano. E con le «tempeste» le informazioni viaggiano più veloci. È quanto emerge da uno studio compiuto dall’Università Carlos III di Madrid in collaborazione con Telefónica, un’indagine i cui risultati potrebbero rivelarsi utili per comprendere il modo nel quale si propagano opinioni, idee politiche, pettegolezzi e informazioni commerciali. Per un periodo di undici mesi, i ricercatori hanno analizzato 9 milioni di chiamate, un volume di traffico telefonico svolto da 20 milioni di persone (circa il 30% della popolazione spagnola). La scoperta? Che la gente comunica a cascate o raffiche (bursts in inglese).
ONDATE – «Chiamiamo tanto e in poco tempo», spiega la ricercatrice Giovanna Miritello, coautrice dello studio, «poi passiamo periodi di inattività, poi torniamo a chiamare…(segue)

11 settembre 2011

Il futuro di Santoro: “Comizi d’amore”


Alla festa del Fatto il giornalista svela il suo prossimo impegno in tv e sul web, 25 puntate da fine ottobre. 

Le minchiate dell’Inter ed il Palermo ne fa 4 (a3)→

Sempre Di Natale per l’Udinese, 2-0 al Lecce


LECCE, 11 settembre 2011

I friulani vincono 2-0 al Via del Mare con i gol nel primo tempo di Basta e del capitano. La squadra di Guidolin dispone facilmente dei salentini in grande difficoltà

L’Udinese non ha le ali, ma vola lo stesso. Senza diversi elementi fra i quali gli esterni Isla e Armero, due elementi chiave nell’undici di Guidolin, la squadra friulana debutta in campionato con una vittoria a Lecce, resa agevole da una difesa salentina in perenne difficoltà. Ma soprattutto riparte da…(segue)

Pirlo è geniale, Juve da urlo
Parma spazzato via: 4-1

TORINO, 11 settembre 2011.
I bianconeri debuttano alla grande nel nuovo stadio: l’ex rossonero predica calcio e gli emiliani non hanno armi per opporsi. In gol Lichtsteiner, Pepe, Vidal, Marchisio e Giovinco su rigore. Unica nota negativa per Conte il rosso a De Ceglie nel recupero
Stephen Lichtsteiner, arrivato a Torino dalla Lazio. Ansa
Gran colpo, ma sarà ancora integro? La domanda che tutti i tifosi della Juve si sono posti ha avuto la prima risposta. E che risposta. Andrea Pirlo ha già in mano la Juve. Che in tutta la scorsa stagione prestazioni così ne avrà offerte tre o quattro. I bianconeri battono 4-1 il Parma e l’uomo copertina nel nuovo stadio è proprio il campione di Brescia. Che divide la scena con un Del Piero che a sprazzi è sontuoso, come quando nella ripresa in un minuto mette in porta prima Matri e poi Pepe. Sì, proprio l’esterno tutta corsa e poco appeal. Che gioca una gran partita. Tutti bravi, tutto bene? Sì, fino a un certo punto. Nell’indiscutibile vittoria della Juve, che prende anche un palo e si vede negare un rigore e un gol valido (in tutti e tre gli episodi c’è di mezzo il povero Matri), entra anche la prestazione di un Parma molto modesto, che raramente mette il naso fuori e ancor meno tira in porta.
SCELTE — Conte privilegia i giocatori che hanno lavorato più a lungo con lui. Quindi Del Piero accanto a Matri, anche perchè Vucinic non è al meglio. Pepe e Giaccherini, il più reattivo tra i nuovi…(segue)

11 settembre 2011

11/9, dieci anni dopo

11/9, dieci anni dopo. Le cerimonie a New York e Washington. La diretta TV da Ground Zero

Il Papa: “Mai violenza in nome di Dio “Rischio attacchi, scomparsi i sospettati

11 settembre, Obama: "Oggi America più forte"

 La tragedia minuto per minuto

Ground Zero, ricostruzione flash: 8 anni in un minuto

Lyle Owerko, l’ uomo che fotografò l’ orrore di Ground Zero

Il video inedito dell’impatto in Pennsylvania

10 settembre

Il Napoli vola. Bel Cesena, ma è 1-3


Apre Lavezzi, pari di Guana, poi nella ripresa viene espulso Benalouane e segnano Campagnaro e Hamsik, partito dalla panchina. Mazzarri sull’1-1 schiera 4 attaccanti e prevale. Clamoroso gol mangiato da Pandev

Di solito due indizi fanno una prova. E anche stavolta è così: lo scorso settembre il Napoli a Cesena ha dato il via alla cavalcata che ha portato gli azzurri fino al terzo posto finale, mentre l’ultima volta che i campani hanno giocato su un terreno in erba sintetica hanno vinto 2-0, in Europa League contro l’Elfsborg. Corsi e ricorsi: il Napoli stasera ha vinto 3-1 al Manuzzi, nel primo scontro di serie A disputato su un campo in sintetico. Gli azzurri tornano a vincere una prima di campionato a distanza di 17 anni. In vantaggio con Lavezzi in avvio, il Cesena è poi protagonista di un grande ritorno, agguantando il pari dopo 24 minuti con…(segue)

Leone d’oro a “Faust” – premi
ma è riscossa italiana – 
foto

Leone d'oro a "Faust" -   premi   ma è riscossa italiana -   foto

L’opera di Sokurov (scheda – video) trionfa al Festival di Venezia 2011. “Terraferma” premio della giuria, “La-bas” è la migliore opera prima
dal nostro inviato CLAUDIA MORGOGLIONE

IL BILANCIO L’anno delle emozioni
ALTRI PREMI Vince la qualità di MARIA PIA FUSCO

Tre settimane per cancellare il Porcellum

Obiettivo: 500 mila firme per votare

Videoscheda cosa cambia – Pdf – Banchetti – Vademecum

Tre settimane per cancellare il Porcellum Obiettivo: 500 mila firme per votare
Il percorso referendario per l’abrogazione della “legge porcata” che blocca il Parlamento, indebolisce la politica, allontana i cittadini. Il 30 settembre termine per le firme in Cassazione. Le iniziative in tutta Italia, i gazebo, l’impegno dei promotori.

LA MOBILITAZIONE

Fase cruciale per il percorso referendario per l’abrogazione della “legge porcata” che blocca il Parlamento, indebolisce la politica, separa i cittadini dai propri rappresentanti. La prima scadenza è il 30 settembre, data ultima per consegnare le firme alla Cassazione. Le iniziative in tutta Italia, i gazebo, l’impegno dei partiti promotori


ROMA – Ventun giorni. Tre settimane di mobilitazione. Per non sprecare un’occasione: migliorare dal basso la qualità della democrazia italiana. Cinquecentomila firme per iniziare il percorso verso l’abrogazione del Porcellum, per cancellare una legge elettorale che blocca il Parlamento, indebolisce la politica, separa i cittadini dai propri rappresentanti. La corsa verso il referendum abrogativo della “legge porcata” continua. Partiti, associazioni, comitati. Un fronte compatto che attraversa le piazze di migliaia di città italiane con lo slogan “Firmo, voto, scelgo”. La prima scadenza è il 30 settembre, data ultima per… (segue)

Gioco erotico:

muore una ragazza,

un’altra ricoverata grave 

 PARTECIPAVANO AL RITO

GIAPPONESE «SHIBARI»

9 settembre

Serie A, avvio con il botto. Milan Lazio 2-2, uno spettacolo

All Goals & Full Highlights

A Marina di Pietrasanta è iniziata la seconda edizione della festa del nostro giornale. Per tutti quelli che non sono riusciti a raggiungerci, ilfattoquotidiano.it trasmetterà in streaming tutti gli eventi. Partenza alle 18 con “Le guerre di Vauro”. Poi l’appuntamento con “il giornalismo online tra innovazione e affermazione della propria identità”, con Peter Gomez, Franco Bechis, Giulia Innocenzi e Filippo Rossi. Alle 21 “il mestiere del giornalista” con Antonio Padellaro e Luca Telese

VIDEO – VAURO E CITATI: SEMBRA CHE LE GUERRE NON ESISTANO PIU’

Penati indagato per corruzione
Sesto, il comune vota il piano Falck 

Il dirigente del Pd, è accusato dalla Procura di Monza di concorso in corruzione in relazione all’acquisto delle quote della Milano-Serravalle da parte della Provincia, di cui Penati era presidente, avvenuto nel 2005. Questa sera intantoil comune di Sesto si esprime sul piano d’intervento delle ex aree Falck

8 settembre

CRONACA

8 Settembre 2011

”Referendum anti-porcellum per sistema proporzionale credibile”. 

Navi militari italiane regalate a Panama
E’ il triangolo Lavitola-Finmeccanica-B.

L’omaggio inserito nell’ultimo decreto di rifinanziamento delle missioni all’estero, dopo una visita del premier in Centroamerica. Dalla massoneria a L’Avanti, storia del faccendiere detto Valterino

Il 27 maggio Valter Lavitola, faccendiere indagato nell’indagine su Gianpi Tarantini e la presunta estorsione a Berlusconi, parla al telefono con l’ammiraglio Alessandro Picchio, consigliere militare del premier, che gli dice: “Sto aspettando di vedere la bozza che ancora non è stata pubblicata”. A che cosa si riferiscono? Oggetto della telefonata è il decreto sul rifinanziamento delle missioni all’estero (leggi il testo). Tutto ruota attorno alla visita di Berlusconi a Panama del 30 giugno dell’anno scorso. Tra una cerimonia e l’altra, con il presidente panamense Riccardo Martinelli, si mettono le basi di un grande appalto che di lì a poco finirà in mano a tre aziende del gruppo Finmeccanica. Non è finita. Perché, in un secondo tempo, il governo decide di donare al Paese centroamericano ben sei navi da guerra (articolo di Vittorio Malagutti). Ma chi è Valter Lavitola? Il padre era lo psichiatra di Cutolo, lui è cresciuto politicamente con Colucci e Cicchitto. Poi l’iscrizione alla Loggia del Grande Oriente e infine, negli ultimi anni, un sogno:scalzare Luigi Bisignani e sostituirsi alla sua rete di potere (articolo di Fabrizio D’Esposito)

LAVITOLA: “I 500MILA EURO DI BERLUSCONI? HO VENDUTO UN PESCHERECCIO IN BRASILE”

I furbetti dei testi scolastici

Sale il costo dei libri. Ormai siamo oltre i 300 euro per una classe delle superiori. E, ogni anno, bisogna comprarne dei nuovi. Ma, provando a fare il confronto, si scopre che le ultime edizioni presentano differenze impercettibili rispetto alle precedenti. Le responsabilità di ministero, scuole e docenti 

7 settembre

Senato ok, passa la manovra salva Casta
Ma il vero esame sarà davanti alla Bce

Ridotti ulteriormente i tagli agli stipendi dei parlamentari. Per evitare il carcere basta non evadere
le tasse per più del 30% del volume d’affari. Domani atteso vertice della Banca centrale europea
LA PREOCCUPAZIONE DI GIANNI LETTA: “STIAMO VIVENDO UN MOMENTO MOLTO AMARO”

Senato favorevole e manovra approvata. L’aula di Palazzo Madama ha votato la fiducia al governo sulla finanziaria. I sì sono stati 165 i no 141, 3 gli astenuti. Il documento appena approvato prevede l’aumento dell’Iva di un punto, il contributo di solidarietà del 3 per cento per i patrimoni sopra i 300mila euro, adeguamento delle pensioni delle donne nel settore privato a partire dal 2014 e inserimento nella Costituzione della cosiddetta “regola aurea” del pareggio di bilancio e dell’abolizione delle Province col conseguente passaggio di competenze alle Regioni. Queste le principali modifiche al testo della manovra (leggi l’articolo)Il documento arriva a palazzo Madama accompagnato da un maxi-emandamento che contiene due clamorose retromarce rispetto a quanto annunciato in queste settimane da Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti (leggi l’articolo). I tanto sbandierati tagli agli stipendi dei parlamentari sono stati ulteriormente ridotti e la lotta all’evasione è accompagnata da una sorta di salvacondotto: per evitare il carcere basta non evadere le tasse per più del 30% del volume d’affari. Ma adesso il vero esame per l’Italia arriva domani, quando si riunirà la Banca centrale europea (leggi l’articolo di Matteo Cavallito)

BLOG GOMEZ: B., UNA MANOVRA PER RESISTERE

La manovra in Senato, diretta video

6 settembre

Qualcuno era comunista: “Bella ciao”

 Sciopero, la Cgil riempie le piazze

Sciopero, la Cgil riempie le piazze

Video Voci 1 –2 / Indignados / Bersani
Istantanee 1 – 2 – Videoblob /  Foto: Cartelli 
Città per città / Camusso canta “Bella ciao”

LA GIORNATA. Migliaia in corteo nelle città italiane. La Camusso a Roma: “Ci portano al baratro. Bonanni sull’orlo di una crisi di nervi”. Sfilano Bersani, Di Pietro, Vendola. Sacconi: “L’articolo 8 non si cambia” di TIZIANA TESTA

Napoli, Cobas: “La polizia ha picchiato un manifestante”
Corteo Usb Uova in piazza Navona Piazza Affari
Di Pietro: affossa i diritti Vendola Luxuria a Roma
Le lavoratrici schiave La protesta alla Mostra di Venezia

DALLE CITTÀ Milano Roma Bologna Firenze Napoli ParmaBari Torino Palermo Genova BLOG Lezioni Usa di V. LONGHI
EDITORIALE Paese da salvare Allarme Camera moda

LA PAROLA Sciopero di CARLO GALLI

In piazza per salvare il Paese

LAVORO & PRECARI

Sciopero generale, cortei in cento piazze
Camusso: manovra da irresponsabili

Otto ore di stop in tutta Italia contro la manovra finanziaria e per tutelare i diritti dei lavoratori
a rischio dopo l’approvazione dei licenziamenti facili. Cgil in piazza. Con lei anche il Pd e l’Idv
IL GOVERNO DEROGA L’ARTICOLO DICIOTTO, ECCO LA GEOGRAFIA DELLE NUOVE REGOLE

 In Cgil c’è una certa apprensione sulla riuscita dello sciopero generale che si terrà oggi. L’organizzazione guidata da Susanna Camusso si gioca gran parte delle sue carte in una mobilitazione cui è stata “costretta” dal governo e che non aveva messo in agenda (leggi l’articolo di Salvatore Cannavò). Difficilmente, infatti, si è visto uno sciopero generale proclamato agli inizi di settembre con le scuole chiuse, le fabbriche che hanno appena riaperto, gli uffici ancora non al completo. Le “100 piazze per una manovra alternativa” si svolgeranno comunque in tutta Italia con cortei, comizi, flash-mob e altro. Contro la manovra viene proposta la Patrimoniale, la lotta all’evasione, i tagli ai costi della politica e “misure per la crescita”. Ma un posto particolare lo avrà il no all’articolo 8 del decreto che stravolge il contratto nazionale e lo Statuto dei lavoratori (leggi l’articolo)

5 settembre

Abatantuono: ‘Io, la Lega, il film’.

Gli applausi a Diego

“La paura degli stranieri produce voti. E così mentre la Borsa sprofonda, per i telegiornali il vero pericolo sono gli ambulanti”. “La Padania? Se la si lascia passare, c’è spazio per qualsiasi follia”. Parla il protagonista di ‘Cose dell’altro mondo’, la nuova pellicola-denuncia sul razzismo nel nord est

Diego Abatantuono

Diego Abatantuono
Nella generosa arca di Diego tra mare e collina, il cibo è al centro della liturgia. “Prenda un pomodoro, viene dall’orto”. Barattoli di minacciosi peperoncini: “Bomba pugliese”, bidoni di pasta, mortadelle, vino, cani, bambini, mogli, zii e confusione. All’ombra di Morciano di Romagna, con le cicale esauste, gli ulivi, le pareti gialle, la barba imbiancata e un agosto che rispetta ruolo e tradizioni, i 56 anni di Abatantuono navigano verso Venezia. Il Festival ha invitato “Cose dell’altro mondo”. Il film di Francesco Patierno con Valerio Mastandrea e Valentina Lodovini in cui si immagina una città del Nord, autoctona e tacitamente xenofoba, alle prese con l’improvvisa dipartita degli stranieri. Abatantuono è Mariso Golfetto, imprenditore e localistico predicatore tv che grida all’invasione dei barbari e invita i mediorientali a riprendere masserizie e cammelli e a far ritorno al luogo d’origine. Se comparando la stagione della “viuulenza” fai balenare la nèmesi interpretativa, Abatantuono reagisce. “Un attore è solo un soldato. Esegue e va in trincea, anche quando non è convinto”. Rischio evitato, perché la terza opera di Patierno lo ha persuaso. “Sono molto contento del risultato. A patto che, una volta al Lido, non mi picchino”…(segue)

4 settembre

Il governo cancella la Costituzione, passa la deroga all’art 18. In Italia si governa in deroga…

Più facile licenziare 

con intese aziendali

3 settembre

Monica Bellucci: “Il mio nudo? Un atto di generosità”

2 settembre

”Così Equitalia mette in ginocchio il Paese”

Compreresti un’auto usata da questo signore?

1 settembre 2011

Sempre più scomoda l’amicizia tra Berlusconi e Tarantini. Il premier vittima di estorsione, arrestati il fornitore di escort e consorte

Manovra finanziaria, mancano 5/6 miliardi, maggioranza nel caos: l’inflazione galoppa e comunque vada sarà un cesso

31 agosto 2011

RAI PER LA 68° MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA DAL 31 AGOSTO AL 10 SETTEMBRE

Diretta Tv della Cerimonia di apertura oggi, a partire dalle 18.45

30 agosto 2011

EDITORIALE:  “Non esiste morale” (Adriano Celentano, Gino Santercole, Detto Mariano, Miki Del Prete, Mogol)

29 agosto 2011

Questa è proprio stata una giornata di “M….enta”

Ditemi voi:

1) Il buono (Bossi),  il brutto (Berlusconi)  ed il cattivo (3monti) hanno discusso la manovra per combattere la crisi economica: pagheranno i pensionati!

2) Penati e Scajola, come mai in partiti diversi? Non hanno la stessa matrice ideologica?

3) Raffaella Modugno, troppo figa per le finali di Miss Italia 


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: