No al bavaglio in Tv, Berlusconi segna il passo: “Hop duè, hop duè, passooo, passooo, cadenza! Alt! Segnare il passo!”

29 Mar

Anche il garante boccia il bavaglio
E adesso il pallino è in mano a Zavoli

Il regolamento Agcom prevede che “le regole per la condicio nei talk show e nelle tribune politiche restino distinte”. Esattamente il contrario da quanto previsto nella norma varata da Pdl e Lega

“Le regole per la par condicio nei talk show e quelle delle tribune politiche restino distinte” ha sentenziato l’authority per le Comunicazioni, emanando il regolamento sulla par condicio nelle televisioni private per le prossime amministrative. Insomma, niente bavaglio, perché non si possono equiparare i due tipi di programmi, come stabilito da una sentenza del Tar dello scorso anno. Ora, perché a non essere imbavagliata sia la televisione pubblica, tutto è nelle mani del presidente della commissione di Vigilanza, Sergio Zavoli. La commissione deve approvare il regolamento Rai per le elezioni e il presidente può decidere di non mettere ai votil’emendamento di Pdl e Lega che impedisce, di fatto, la messa in onda di programmi come Ballarò, Annozero e Report (leggi)

Blitz Pdl-Lega: par condicio nei talk
Santoro: «Una norma liberticida»

10:52  POLITICARizzo Nervo contro Masi: vuole bloccare Ballarò, Annozero e Report per riaccreditarsi con il centrodestra. Stallo al Tg2 nel dopo Orfeo: veti incrociati bloccano Petruni e Paragone



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: