Lezioni di italiano dal compagno di merende. Comizio di Giuliano Ferrara al Tg1: “Penso che il Paese ha una storia”.

13 Mar

L’elefantino pensa al congiuntivo ed anche che il Paese sarebbe più stupido senza le sue parole.

Il direttore del Foglio, da domani in onda su RaiUno con la striscia quotidiana di Radio Londra alle 20.35, attacca il magistrato che ieri ha parlato alla manifestazione in difesa della Costituzione. Poi parla di Santoro, Floris e la Dandini: “Io sono schierato, lo ammetto, loro no, loro parlano a nome di tutti”

Vodpod videos no longer available.

Dopo il C-day polemiche su Ingroia
Il Pdl attacca, comizio di Ferrara al Tg1

Critiche dopo la partecipazione del procuratore alla manifestazione di Roma a favore della Costituzione, in cui ha definito quella sulla giustizia una “controriforma”. Il Giornale ne chiede le dimissioni, Pd e Idv lo difendono. E Vietti: “Magistrati siano liberi di esprimere la propria opinione”

Dopo il C-day polemiche su Ingroia Il Pdl attacca, comizio di Ferrara al Tg1

Il pm Antonio Ingroia alla manifestazione di Roma in difesa della Costituzione

ROMA – Dal palco di piazza del Popolo di Roma, durante ilCostituzione day 1, il procuratore aggiunto Antonio Ingroia definisce “controriforma” quella della giustizia e scoppiano le polemiche. In prima pagina il Giornale ne pubblica la foto e attacca senza mezzi termini: “Questo magistrato deve dimettersi”. Nessun commento da parte del premier Silvio Berlusconi, ma è eloquente l’attacco che è partito da esponenti politici a lui più vicini, come Fabrizio Cicchitto che ha parlato di “appropriazioni indebite” del giorno della Costituzione.

In serata, interviene Giuliano Ferrara, intervistato da Susanna Petruni in diretta al Tg1. L’occasione è il lancio della trasmissione “Radio Londra”. Ferrara attacca Ingroia e dice: “Se i magistrati fanno i comizi, i politici potrebbero anche fare le sentenze”.  Un riferimento polemico a Napolitano: “E’ lui il presidente del Csm, dovrebbe dire qualcosa”. Lo spot per la trasmissione: “Sono schierato, non come Santoro, Lerner, Dandini, Floris” ha aggiunto ironicamente. “Dirò delle cose scomode, non dirle rende il paese più povero e anche più stupido”. In tutto, oltre tre minuti e mezzo. Protesta l’Idv: “Il Tg1 si conferma tg ad personam. porteremo il caso in vigilanza”.

Cicchitto polemico. “Quello del procuratore Ingroia è un autentico caso. Un pm impegnato in indagini delicatissime concernenti i rapporti mafia-politica e che nel contempo partecipa a manifestazioni politiche, sviluppa attacchi politici; in sostanza è ormai un personaggio politico di prima fila e rappresenta una contraddizione devastante per l’equilibrio del sistema. Ci auguriamo che quanto prima, magari fra una pratica a tutela e l’altra, il Csm si occupi di questo caso gravissimo”, attacca Cicchitto, presidente dei deputati del pdl.

Il ministro della Giustizia Alfano dice che non ci sarà alcuna richiesta di procedimento disciplinare nei confronti del pm che ieri è intervenuto dal palco alla manifestazione nella capitale. “Non ci penso proprio”, spiega il Guardasigilli. “Ha partecipato ad una manifestazione contro il governo. Ci mancherebbe che la politica si mettesse a chiedere le dimissioni di un magistrato. Ma ne deve rispondere alla sua coscienza, alla legge e alla deontologia”, conclude Alfano.

Vietti lo difende.
A difesa del procuratore di Palermo si è espresso il vice presidente del Csm Vietti: “Si deve consentire a tutti, anche ai magistrati, di dire ciò che pensano” della riforma costituzionale della giustizia. Il vicepresidente invita però tutti ad un atteggiamento misurato: “In linea generale raccomanderei su questa materia una grande prudenza, un grande equilibrio e una grande sobrietà a tutti, sia ai magistrati sia alla politica sia ai giornalisti”, in riferimento alla prima pagina del Giornale di oggi.

L’attacco ad Ingroia è indegno per il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti. “Come tutti sanno è un magistrato serio e rigoroso, un allievo di Borsellino che non ha mai rinunciato alla lotta contro le mafie e per la legalità”, dice Giulietti. “Per questo ha parlato ad una iniziativa per il Tricolore e la Costituzione e per questo alcuni politici della destra berlusconiana si sono indignati. Per loro è grave che un giudice ami la legge e la Costituzione invece è normale che un imputato minacci i suoi giudici e possa farlo con una videocassetta trasmessa a reti semiunificate”, aggiunge.

E’ la dimostrazione dell’intento punitivo della riforma, commenta dal Pd il senatore Giuseppe Lumia, componente della Commissione parlamentare antimafia: “Dopo aver approvato una riforma che compromette l’autonomia e l’indipendenza della magistratura, adesso si vuole anche mettere il bavaglio ai magistrati”, dice, mentre per l’Italia dei Valori l’attacco contro il pm è dimostrazione del degrado del Pdl: “Le manifestazioni di piazza del 12
marzo sono nate come iniziative in difesa della Costituzione. Considerare come una posizione di parte o addirittura una colpa la difesa della legalità, della democrazia e dei principi sanciti dalla Carta è soltanto la conferma del degrado di questa maggioranza”, sottolinea il portavoce Leoluca Orlando.

Giuliano Ferrara:

1) Ne “Il Foglio” una serie di stroncature del film La vita è bella

2) Ferrara prende posizione in tema di aborto già nel 1989, criticando dalle pagine del Corriere della Sera la deresponsabilizzazione del maschio che segue all’introduzione delle prime pillole abortive . Negli anni seguenti, pur rimanendo un non credente, assume una posizione più vicina a quella della Chiesa cattolica in temi quali il sostegno della famiglia “tradizionale” e la difesa dei diritti del concepito. Si schiera a favore dell’astensione nei referendum sulla procreazione assistita del 12 e 13 giugno 2005.

3) Ferrara appoggia dagli anni novanta tutti gli interventi militari degli Stati Uniti, a partire dalla Prima guerra del Golfo. All’inizio del 2003, in un editoriale del Foglio, appoggia le iniziative militari degli USA in Iraq intraprese dal presidente George W. Bush, che culminano con l’invasione nonostante il parere contrario del segretario dell’ONU Kofi Annan e l’opposizione degli altri membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, voce quasi isolata tra gli appelli contrari alla guerra degli altri direttori dei maggiori quotidiani italiani.

4) A metà dicembre del 2007, il giorno successivo all’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di una risoluzione non vincolante per una moratoria sulla pena di morte, durante la trasmissione Otto e mezzo Ferrara propone una moratoria universale sull’aborto, riaprendo di fatto il dibattito in Italia. Ferrara definisce l’aborto “lo scandalo supremo della nostra epoca” e lo ritiene un omicidio. Ferrara individua tra le cause dell’aborto la solitudine delle donne, la mancanza di sostegno economico alle donne in gravidanza e la responsabilità degli uomini, colpevoli, a suo dire, di non sostenere le donne che rimangono incinte.

Egli ha riconosciuto che attorno ai vent’anni, tre sue partner ricorsero all’aborto . Ferrara, a proposito di questi aborti, ha dichiarato: «Io sono stato per tre volte un mascalzone e un peccatore. Tre bambini non sono nati perché le loro madri hanno rifiutato la maternità ed io mi sono voltato dall’altra parte. Questo è indegno»[

Il quotidiano Il Foglio ha ospitato numerosi interventi di privati cittadini, personalità pubbliche e associazioni della società civile a favore e contro l’aborto. Il 2 febbraio 2008 Ferrara annuncia al pubblico del Teatro Manzoni di Monza l’invio di una lettera all’ONU. Il testo integrale è pubblicato su Il Foglio del 18 febbraio.

“Vergognoso che solo la gente

come Ferrara

possa parlare in televisione”


Una Risposta to “Lezioni di italiano dal compagno di merende. Comizio di Giuliano Ferrara al Tg1: “Penso che il Paese ha una storia”.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: