Berlusconi: “Giovedì la riforma epocale della giustizia”. Alfano: “Oggi pm e giudici si danno del tu e hanno stessi uffici e uguale Csm”

5 Mar

Il premier, in un intervento telefonico, annuncia che le nuove norme alle quali sta lavorando “il bravissimo Alfano” saranno discusse in un Consiglio dei ministri straordinario.

E’ un presidente del Consiglio a tutto campo quello che interviene telefonicamente a un’iniziativa di Noi Riformatori ad Avezzano.

Giustizia: una riforma epocale – “Giovedì porteremo in Consiglio dei ministri straordinario la riforma della Giustizia a cui sta lavorando il bravissimo Angelino Alfano. Sarà una riforma epocale” ha annunciato Silvio Berlusconi. intervenendo telefonicamente ad Avezzano. Il governo, ha aggiunto, sta lavorando anche “alla riforma tributaria assieme a sindacati e imprese”. Questa riforma, ha aggiunto, “è assai importante perché abbiamo leggi che risalgono a 40 anni fa, che sono così complicate che nemmeno i più bravi commercialisti sono in grado di applicare”.

Alfano: i tre principi cardine della riforma della giustizia – Il ministro della Giustizia Angelino Alfano, dal canto suo, ha confermato la data di giovedì per la presentazione in Cdm della riforma della giustizia che, ha anticipato, “contiene tre principi cardine”. “Accusa e difesa devono essere alla pari e quindi devono essere giudicati da un giudice imparziale. Oggi pm e giudici si danno del tu e hanno stessi uffici e uguale Csm”, ha spiegato il ministro, indicando la strada della separazione delle carriere nel corso del suo intervento al convegno di Noi Riformatori, in corso ad Avezzano. “Se un magistrato sbaglia – ha proseguito – come per i medici e gli avvocati deve esserne responsabile”. L’ultimo cardine, ha indicato il ministro, è  la riforma del Csm perché “se la magistratura deve essere autonoma dai poteri, deve essere anche senza nessuna influenza interna e, quindi, devono essere giudicati da un organismo terzo”.


Una Risposta to “Berlusconi: “Giovedì la riforma epocale della giustizia”. Alfano: “Oggi pm e giudici si danno del tu e hanno stessi uffici e uguale Csm””

  1. FRANCESCO BUFFA DESIGNER 6 marzo 2011 a 19:08 #

    RIFORMA EPOCALE?
    Con quale diritto un inquisito pensa di legiferare non si capisce! – è come se un imputato nel corso del suo giudizio volesse fare da consulente ai suoi giudici, o paradossalmente consigliarli! – una stravaganza senza precedenti! – questo signore, finge di non capire di essere un cittadino come tutti gli altri di fronte alla legge e, se nessuno lo disapprova mentre conduce il famoso governo Scilipoti, per motivi facili a capirsi, potrebbe autocensurarsi nel mediocre tentativo di guadagnare qualche consenso vero – ovviamente non parlo dei consensi da conquistare, quelli pagabili con sistemi mirati, vale a dire quelli potenzialmente possibili, quelli che, dal governo scilipoti aspettano, ad esempio, con ansia la legge sulle intercettazioni per parlare tranquillamente al telefono dei loro imbrogli e in Italia, questi onesti signori sono tanti! tanto consenso dunque, quelli che aspettano che la giustizia sia fatta da un signore come lui, tanto altro consenso certamente! quelli che aspettano che la Polizia Giudiziaria non dipenda più dalla magistratura, ma possibilmente da un ministro nominato da lui, altro vasto consenso! cosi la Polizia Giudiziaria sarà pure controllata da lui, altro vasto consenso, e via dicendo …… in poche parole tanto consenso da parte di tanti cittadini onesti! E naturalmente l’indice del gradimento sale! – il metodo funziona! – lo Stato continuerà a riflettere questa nobile cultura dei consensi fatti da coloro che condividono le sue leggi così convenienti! – per fare un esempio semplice, questo signore in attesa di giudizio che si farebbe processare solo il lunedì (ha deciso pure questo ridicolo calendario! lo ha annunziato con solennità un luminare convinto di esserlo) – è come se in questo frangente di legislatura dicesse “la legge sono io!”, sembra di sentire la voce del suo amico, tanto degno da avere incassato pubblicamente un baciamano – qualche giorno fa a spregio di tutto il Popolo italiano, dire “la Libia sono io!” – tutto normale! In certi ambienti il bacia mano risponde a codici precisi! – altri nobili consensi! – e, visto che nessuno reagisce, mettiamoci nelle mani di Dio! – per fortuna la storia non la scriveranno i pennivendoli e i “comunicatori” di famiglia, le “svolte epocali” storiche non si possono comprare il tempo e galantuomo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: