Trieste, Tir contromano: travolge ed uccide un 36enne e la figlia di 17 mesi

7 Feb

Inferno in A4

Il guidatore del mezzo pesante, un turco 55enne, era ubriaco

Coinvolte diverse vetture, almeno tre persone rimaste ferite

(archivio)

TRIESTE – Ubriaco alla guida di un Tir contromano. Sarebbe questa, secondo i primi accertamenti, la causa del grave incidente stradale nel quale ieri sera hanno perso la vita un uomo e la figlia di 17 mesi sull’autostrada A4 nel raccordo Sistiana-Trieste.

Ad accertare lo stato di alterazione dell’autista, V. B., 55 anni, di nazionalità turca, è stato il risultato positivo dell’alcol-test al quale è stato sottoposto in ospedale dove era stato portato subito dopo l’incidente e dove si trova ora in stato di fermo in attesa delle decisioni delle autorità che stanno coordinando le indagini.

La dinamica dello scontro nel quale hanno perso la vita il triestino M. G., di 36 anni e la piccola figlia, è stato in gran parte ricostruito grazie alle telecamere dell’Anas, gestore del tratto di autostrada in cui è avvenuto l’incidente. Le telecamere hanno infatti registrato il passaggio di un Tir contromano pochi istanti prima del grave incidente che ha coinvolto numerose autovetture e il ferimento di almeno altre tre persone. Il camion – ha spiegato un portavoce dall’Anas – si è immesso in senso contrario e probabilmente arrivava dal vicino interporto di Fernetti. I tecnici della sala di controllo dell’Anas hanno notato il passaggio del Tir, ma era troppo tardi per intervenire.

Le registrazioni, che usualmente vengono tenute in archivio e cancellate dopo un periodo di tempo, saranno ora a disposizione per chiarire con precisione la dinamica del sinistro. Nel tratto di autostrada, che è rimasta chiusa con obbligo di uscita allo svincolo di Prosecco, si è creata una fila di alcuni chilometri. A notte fatta sul posto ancora operando polizia stradale, carabinieri e vigili del fuoco.

Fonte: Il Messaggero

Fuori pericolo gli altri feriti. Gli altri feriti nell’incidente, tra cui la moglie dell’uomo deceduto, sono fuori pericolo con prognosi che vanno dai 15 ai 40 giorni.

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: