Cose di Casa, Antigua, Banca Arner, Berlusconi: i protagonisti, la storia, le domande

18 Ott

Il mistero misterioso

Bufera su Report

Opacità su speculazioni immobiliari ai caraibi

E’ Berlusconi il costruttore?

Vodpod videos no longer available.

La Gabanelli, nella puntata di Report di ierisera,  scava sulle proprietà di Silvio Berlusconi ad Antigua.

 

 

Milena Gabanelli, la conduttrice di Report andato in onda ieri sera. Di Pietro: «è singolare il fatto che Berlusconi abbia chiesto ai leader europei di ridurre il debito estero proprio della suddetta isola, nonostante Antigua non sia un Paese africano ma un paradiso fiscale inserito nella black list internazionale criticato dall'Ocse e dal G20. Ma questi non sono gli stessi paradisi fiscali a cui il ministro Tremonti ha detto di aver dichiarato guerra?». Nicolo Ghedini, parlamentare ed avvocato di Silvio Berlusconi: "Articoli totalmente fuorvianti e palesemente diffamatori, poiché si basano su assunti già dimostratisi insussistenti. La vicenda è già stata ampiamente trattata dai giornali alcuni mesi or sono e tutte le delucidazioni e i documenti pertinenti erano stati ampiamente offerti ma negli articoli non se ne tiene minimamente conto"

 

Se si è inseguito un appartamento di 55 metri quadri a Montecarlo, dice la giornalista, per dovere di trasparenza, obbligata per le alte cariche dello Stato,  bisogna anche chiedere al Presidente del Consiglio lumi sulla speculazione edilizia in atto ad Antigua, “su da chi abbia comprato ed a quanto”,  e parte con un reportage (vedi la puntata integrale).

I PROTAGONISTI:

BANCA ARNER – Sede principale a Lugano è presente anche a Milano, Nassau, Dubai, San Paolo, Lussemburgo specializzata in consulenza per gli investimenti. Banca svizzera, con filiale a Milano  dove, come aveva già rivelato Report un anno fa, era stata commissariata. In seguito all’iniziativa della Banca d’Italia la procura di Milano ha poi avviato un’inchiesta sui vecchi amministratori per appurare se sia stato commesso il reato di riciclaggio. Per tre mesi gli ispettori della Banca d’Italia avevano passato ai raggi X i conti del piccolo istituto, scoprendo cose turche. Compresa l’esistenza di un serio «rischio di riciclaggio», come avevano scritto gli uomini della Vigilanza, a causa dell’impossibilità di conoscere i beneficiari di alcuni conti. Fra questi, sottolineaReport, c’è proprio la Flat Point, quella che sta costruendo un centinaio di ville e un resort con campo da golf nel paradiso di Antigua. «Tutti i futuri proprietari di queste ville milionarie», spiega Mondani, «inviano i soldi all’ufficio di Torino della Flat Point, che deposita ad Arner Milano, che a sua volta invia i soldi ad Arner Lugano».

SILVIO BERLUSCONI – Berlusconi ha comprato quattro acri di terra ad Antigua, versando per quella operazione un milione e settecentomila euro. Dai conti personali di Berlusconi accesi presso Banca Intesa e Monte dei Paschi di Siena sono partiti ingenti bonifici verso un conto di Flat Point aperto proprio presso la sede milanese di Banca Arner, la quale a sua volta ha girato gli stessi corrispettivi alla sede di Lugano. Oltre 1,7 milioni nel 2005, altri 300mila nel 2006, ma è nel 2007, l’anno in cui avviene il passaggio di proprietà del terreno di Nonsuch Bay che i movimenti di denaro salgono alle stelle. In tutto oltre 13 milioni di euro: a ridosso del 20 settembre, la data dell’atto del Land register, esattamente il 10 di quel mese, passano da Milano a Lugano 1,7 milioni di euro e un mese dopo altri 3,6 milioni. Nel 2008 ancora più di 6 milioni prendono il volo per la Svizzera. Un mare di soldi che si muovono, però, senza una corrispondenza tra le somme scritte nei contratti ufficiali depositati dalla Flat Point in banca e i bonifici. Gli importi appaiono molto elevati rispetto a quanto vi è di ufficiale. Nel bilancio della Flat Point i 29 acri di terreno su cui sorge lo sviluppo immobiliare sono stati iscritti per un valore di 2,7 milioni di dollari caraibici (poco più di 700mila euro), così come attestato dalla perizia del 2004 di Oliver F. G. Davis, un esperto immobiliare. Molto meno di quanto versato dai conti del premier. Berlusconi da solo muove oltre 20 milioni di euro e dai registri risulta aver acquistato solo 4 acri di terreno.

FLAT POINT DEVELOPMENT – La sede della Flat Point è al 26 di Cross Street a St. John, il capitale è interamente controllato dalla Emerald Cove Engineering Nv, una società di Curacao (nelle Antille Olandesi, poste poco più a Nord di Antigua), a sua volta controllata dalla Kappomar sempre di Curacao. L’amministratore della Flat Point è Giuseppe Cappanera, mentre i fiduciari delle holding sono Carlo Postizzi, Giuseppe Poggioli e Flavio De Paulis. I primi sono rispettivamente un avvocato e un fiduciario che si muovono tra la Svizzera e l’Italia, mentre il terzo è un dipendente di Banca Arner. E’ comunque impossibile conoscere, trattandosi di società off shore, i nomi dei proprietari della società Kappomar, di Curacao, casa madre di tutta l’operazione.

LE DOMANDE:

Radio capital

Vodpod videos no longer available.

 

 

LA STORIA:

L’ investimento tramite una società offshore

Ad Antigua c’è un terreno (Nonsuch Bay)  di 29 acri iscritto a bilancio della Flat Point  e valutato 700 mila euro nel 2004 da un perito immobiliare, Oliver Davis su incarico della stessa Flat Point. Valutazione esatta secondo la società di revisione internazionale Princewaterhouse Cooper.  Flat Point ha comperato dallo Stato di Antigua, in quel periodo al potere la famiglia Bird, prima Cornwall, il padre, e poi il figlio Lester (che anche è proprietario di una villa nell’urbanizzazione  Flat Point, la società acquirente), ma arriva il primo problema: Antigua Labour Party, il partito laburista fondato da Cornwall Bird ed al potere, per quasi trent’anni, con Lester Bird come primo ministro dal 1994 al 2004, va, nel 2005 dopo che ALP ha perso le elezioni e si ritrova all’opposizione, sotto la lente d’ingrandimento dell’Alta Corte di Antigua che indaga sull’acquisto, da parte dello stesso partito di Lester di 3,2 acri a prezzo sottostimato. Lester Bird, a suo tempo dichiarò: “Attacco giudiziario per screditarmi politicamente”, tesi che rievoca posizioni “italiane”.

Flat Point quindi acquista 29 acri dal Governo di Antigua a 700mila euro e ne rivende 3,2 acri, a prezzo sottostimato, al Partito che controlla lo stesso Governo. Siamo nel 2004.  L’anno dopo, il 2005,  da Banca Intesa e Monte dei Paschi di Siena a Flat Point, società dormiente alla quale non risultano altre attività,  arrivano risorse finanziare in grande quantità, circa 22 milioni di euro. I conti correnti sono quelli di Silvio Berlusconi. L’operazione  è inizialmente corretta. I milioni sono trasferiti alla filiale milanese della Banca Arner che li devia, attenzione, alla sua sede centrale di Lugano senza rispettare i diktat di Bankitalia riguardo alle norme antiriciclaggio per i capitali diretti all’estero (secondo problema). Per i legali del Premier italiano quell’importo sarebbe servito per l’acquisto di 5 ville a Nonsuch Bay, ma l’acquisto, avvenuto il 20 settembre 2007, per unmilionesettentomila euro riguarda solamente 4 dei 29 acri che la Flat Point ha, appunto, in bilancio per 700mila euro. E’ anche da notare che i lavori dell’urbanizzazione partono solo dopo l’arrivo dei capitali di Berlusconi e che al nostro Primo Ministro rimane una megavilla, chiamata dagli indigeni “Il castello”. Anche d’importanza, secondo quanto denuncia Report è la promessa del Capo di governo Italiano di intercedere per una riduzione del debito pubblico di Antigua, cosa che sarebbe, secondo Report,  effettivamente avvenuta in misura del”80%.

LE REAZIONI

Vodpod videos no longer available.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Fonti: Report, La Repubblica, Corriere della Sera, Radio Capital, Sky Tg24

Il Giornale

Fuga da Montecarlo: ora “Report” va alle Antille Casa del Principato, perizia dei pm inchioda Fini


The Spilimbergo Post

Cose di casa: da Montecarlo ad Arcore, commedia all’italiana


El Pais

Intervista alla Gabanelli (Report): “l’Italia sana deve dire basta”, “La Italia sana debe decir basta”


 

 

 

 

 

 

 


2 Risposte to “Cose di Casa, Antigua, Banca Arner, Berlusconi: i protagonisti, la storia, le domande”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Cose di casa: da Montecarlo ad Arcore, commedia all’italiana. « The Spilimbergo POST - 18 ottobre 2010

    […] Antigua, Banca Arner, Berlusconi: i protagonisti, la storia, le domade→ […]

  2. El Pais, intervista alla Gabanelli (Report): “l’Italia sana deve dire basta”, “La Italia sana debe decir basta” « The Spilimbergo POST - 18 ottobre 2010

    […] Cose di Casa, Antigua, Banca Arner, Berlusconi: i protagonisti, la storia, le domande→ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: